News / News highlights
Tolhoek a un passo dal successo alla Japan Cup
21 ottobre 2018
L’atleta del Team LottoNL-Jumbo secondo a Utsunomiya. Equipaggiato con un’edizione speciale della Oltre XR4, il suo compagno di squadra Bouwman è stato protagonista di una lunga fuga vincendo la classifica degli scalatori
Bianchi + Team Road + Product
Antwan Tolhoek (Team LottoNL-Jumbo) si è classificato secondo nella Japan Cup, classico evento di fine stagione di 144 km con partenza ed arrivo Utsunomiya (Giappone), domenica 21 ottobre. Quarto lo scorso anno, il 23enne olandese ha confermato il proprio feeling con le strade della Japan Cup, arrivando con Oltre XR4 a giocarsi la vittoria in una volata a due con l'australiano Robert Power, che ha chiuso davanti a tutti in 3:44:00. Al settimo posto, staccato di 2'07", un altro atleta del Team LottoNL-Jumbo equipaggiato da Bianchi, Robert Gesink.
 
Hanno completato il sestetto della squadra olandese Daan Olivier, Maarten Wynants, Lars Boom e Koen Bouwman. Quest’ultimo, equipaggiato per l'occasione con un'edizione speciale della Oltre XR4 con grafiche verniciate a mano dedicate al Giappone (la data 1885 - anno di fondazione di Bianchi - scritta in caratteri giapponesi, il Monte Fuji, la bandiera giapponese), preparata nei laboratori di Treviglio, è stato protagonista di una lunga fuga e si è aggiudicato il titolo di miglior scalatore della corsa giapponese.
 
I MODELLI BIANCHI CV DEL TEAM LOTTONL-JUMBO
Il Team LottoNL-Jumbo utilizza quattro modelli progettati da Bianchi con sistema Bianchi CV powered by Countervail:

•             Oltre XR4, progettata per massimizzare il vantaggio aerodinamico ed il controllo
•             Specialissima, telaio ultraleggero, super rigido per garantire eccellente trazione e stabilità ad alte velocità, e il massimo controllo in discesa
•             Aquila CV, il più avanzato modello da cronometro, progettato per garantire il massimo controllo e una maggiore riduzione del dispendio energetico
•             Infinito CV, la bicicletta ideale per le Classiche, garantisce un controllo del mezzo superiore su fondi sconnessi, riducendo l’affaticamento muscolare