News / News highlights
Van Aert punta le classiche del pavé
06 aprile 2019
Il belga del Team Jumbo-Visma svela le sue sensazioni in vista del Giro delle Fiandre e della Parigi-Roubaix 
Bianchi + Team Road + Product
Il Giro delle Fiandre (7 aprile) e la Parigi-Roubaix (14 aprile) sono dietro l’angolo e il Team World Tour Jumbo-Visma, equipaggiato Bianchi, si prepara a calare gli assi alla ricerca di vittorie prestigiose. Terzo alla Strade Bianche, protagonista alla Milano-Sanremo e secondo alla E3 BinckBank Classic, Wout Van Aert sarà fra gli uomini di punta del Team Jumbo-Visma. 
  
“Ho imparato molto dalle classiche lo scorso anno e fra gli insegnamenti che ho tratto c’è la necessità di risparmiare più energie possibile: sulla distanza è quello che fa la differenza.” spiega Van Aert. 
  
Wout Van Aert si  è innamorato di Bianchi seguendo le imprese di Marco Pantani: “Non avevo mai gareggiato con una bicicletta Bianchi fino a quest'anno, ma le ho sempre guardate con ammirazione: il mio primo ricordo di Bianchi è legato a Marco Pantani e alle sue imprese in salita. Mi è sempre piaciuta la filosofia di Bianchi e il fatto che sia rimasta legata all’iconico colore celeste per tutti questi anni. E’ bello essere un atleta Bianchi: amo lo stile italiano e Bianchi lo rappresenta perfettamente. Una bici bella e veloce: una combinazione ottima per un professionista, ti fa sentire ancora più forte. 
  
Oltre a essere fra i motivi che ha spinto Wout Van Aert a scegliere il Team Jumbo-Visma, Bianchi darà al belga anche una mano per migliorarsi nelle cronometro: “Se vuoi competere ai livelli più alti, devi allenarti duramente e hai bisogno di biciclette di altissimo livello. Mi avevano parlato delle qualità della velocissima bici da cronometro Aquila CV: per chi come me deve migliorare nelle prove contro il tempo, rappresenta il mezzo ideale per farlo”.