Visioni del futuro


Un incontro di menti tra Bianchi e Max Ciociola, fondatore di startup e ingegnere informatico

“Ho sempre nutrito una passione per le tecnologie innovative.

Mi stimola scontrarmi con qualcosa che non funziona come dovrebbe. Cerco di elaborare novità tecnologiche che migliorino la nostra vita, il nostro modo di lavorare, la nostra salute o istruzione.”

È un modo ideale per iniziare la nostra conversazione con Max Ciociola. C’è di più di un punto di contatto tra la sua filosofia di migliorare il modo in cui viviamo e il nostro progetto Lif-E.

“Credo che la sintonia tra Bianchi e me provenga dal fatto che rappresenta un team di innovatori e disruptor. L’incontro si realizza nella condivisione della vision di un futuro migliore.

“Ho sempre sostenuto che qualsiasi pedalata è un viaggio, è viaggiare. E viaggiare allarga la mente. Grazie alla bici ho visto luoghi fantastici del mio Paese, che non avrei mai avuto la possibilità di scoprire in auto, o nemmeno facendo escursionismo.”

La collaborazione fra Bianchi e Ciociola è iniziata da una domanda: “Qual è il futuro del ciclismo?”. La risposta, ovviamente, è stata la e-bike.

è questo il grande passo avanti che Bianchi sta compiendo con lif-E: apre a tutti la possibilità di scoprire il mondo in bicicletta
max1

“Sappiamo che la tecnologia delle e-bike sta avendo – e avrà – un impatto enorme. Perche? Perché permette alle persone di muoversi anche senza allenamento. In passato, il ciclismo non poteva prescindere dall’essere in forma, tranne forse per gli spostamenti urbani. Questo è il grande passo in avanti che Bianchi sta facendo con Lif-E. Rende la bici democratica e offre a tutti questo immenso potere di utilizzarla per esplorare e scoprire il mondo.”

passo gardena
Apre una vita completamente nuova per le persone, qualcosa che in passato era inaccessibile

Fin dalle nostre prime ricerche sulle e-bike, Bianchi ha intravisto in questi prodotti il potere di cambiare la società e nello specifico il modo di muoversi delle persone di diverse tipologie ed estrazioni.

“Apre una vita completamente nuova per le persone, qualcosa che in passato era inaccessibile. L’attività all’aria aperta non deve essere monopolio di un gruppo di eletti che ha la fortuna o la possibilità di potersi allenare a lungo” osserva Ciociola.

t-tronik

“C’è anche un punto di vista legato alla salute: queste e-Road o e-MTB consentono alle persone di arrivare davvero ovunque, e questo può avere un impatto dirompente – in positivo – sulla loro salute e sullo stile di vita.”

E mentre, in qualche modo, Lif-E rappresenta il futuro nel qui e ora, Ciociola non può fare a meno di immaginare cosa ci sia dietro l’angolo successivo.

“Ci saranno due fattori che avranno un impatto sull’e-bike. Il primo è l’intelligenza artificiale: la bici imparerà il modo in cui guidiamo, conoscerà il nostro corpo, la nostra capacità fisica. L’altra cosa che immagino è la crescita della realtà aumentata sotto forma di occhiali o di un casco che possa proporre i dati più rilevanti in automatico proprio davanti ai nostri occhi – un filtro sul mondo reale che mostri la mia frequenza cardiaca, i miei valori di potenza, il livello della batteria.”

Quando parli con qualcuno come Max Ciociola, e al tempo stesso guardi gli incredibili prodotti del progetto Lif-E, il futuro non può che entusiasmarti.

Max Ciociola è il fondatore di Musixmatch, il più grande catalogo al mondo di testi di canzoni e traduzioni.